Carciofi ripieni e Saison

Carciofi Ripieni e Saison

Amo i carciofi, amo le saison e ho appena scoperto essere un abbinamento perfetto in tavola.

Amo cucinare con ingredienti di stagione, penso sia importante mantenere il reale ciclo della natura . Anche perché hanno proprietà nutritive maggiori dei cibi coltivati in serre fuori stagione, oltre ad avere un sapore migliore.

E così l’inverno mi strafogo di carciofi che a me piacciono tantissimo. Da poco tempo, fino a qualche anno fa proprio non mi piacevano. Non mi piaceva il retrogusto amaro e ferroso che rilasciavano. Ora invece ne compro a gran quantità, specialmente da quando ho letto che hanno proprietà toniche e disintossicanti oltre alla capacità di stimolare il fegato grazie all’effetto diuretico. E aiuta anche per abbassare il colesterolo, almeno così ho letto.

Purtroppo ormai siamo alla fine della loro stagione, Aprile è l’ultimo mese in cui avremo questa buonissima verdura fresca, che tra l’altro ho scoperto mentre scrivevo questo post, è peculiarità mediterranea. Oltre che essere stagionale fa parte della nostra dieta da sempre. Mi piacciono sempre di più.

Ci sono tantissime ricette che prevedono l’utilizzo del carciofo, ho però deciso di farlo nella maniera in cui è possibile sentire appieno il suo sapore, per renderlo un piatto unico per l’abbinamento ho aggiunto pochi ingredienti in più.

E così, carciofi ripieni al forno. Con il ripieno sono stata delicata: pangrattato, parmigiano e timo. Così può anche essere un piatto completo. Oltre che solo contorno.

Sarebbe meglio utilizzare la varietà romana, il Carciofo Romanesco, perché più grandi e più tondeggianti. Ma dal mio verduraio non c’era e così mi sono accontentata di quelli che ho trovato. Più piccoli e allungati essendo locali.

Il carciofo è il nemico degli abbinamenti con il vino per i sapori dolciastri, amari e metallici. Mentre queste sensazioni sono perfettamente abbinabili con la birra che riesce bene a bilanciare questi sapori e ripulire il palato.

Per l’occasione ho scelto la Lemon Thyme di Partizan, una saison con l’aggiunta di limone e timo. Ingrediente che infatti ho usato anche sui carciofi. È una birra che mi piace molto, è una saison dagli aromi speziati del lievito che danzano con quelli agrumati del limone e balsamici del timo. Ha un corpo leggero e rinfrescante con un finale leggermente acidulo. Sicuramente deve piacere il timo, l’aroma è protagonista sia al naso che al palato.

Ho avuto il piacere di berla direttamente al birrificio quando sono andata a fare un giro a Londra. Il Partizan fa parte della nuova onda di birrifici craft che hanno aperto in Inghilterra negli ultimi 10 anni, ispirati dal movimento statunitense in cui è protagonista il luppolo e una nuova visione di concepire e bere la birra. Più artigianale e più consapevole. Ne ho parlato anche in questo post.

L’abbinamento è risultato fantastico a mio parere. Sarà che mi piaceva molto il piatto come la birra, l’ho trovato davvero azzeccato. L’amaro e il ferroso che lascia il carciofo si abbina benissimo al leggero dolce iniziale della birra, dato dal gusto panificato del malto e agli aromi speziati rilasciati dal lievito.

Aiutano la pulizia palatale la freschezza balsamica rilasciata dal timo e l’agrumato del limone. Lascia una bocca pulita con un leggere aroma di timo che invoglia nuovamente il boccone.

Avendo utilizzato il timo anche nel ripieno dei carciofi, anche se in modestissima quantità, visto il suo apporto aromatico notevole il sorso di birra ed il boccone ha un continuo balsamico da far risultare l’esperienza fresca e gustosa. Un abbinamento perfetto per la primavera.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *